Dicono di noi

“Insieme alla fertilità, le Gemme hanno reso possibile che preservassi anche la parte migliore di me, hanno permesso che combattessi la mia battaglia ad armi pari. Non è scontato nulla, a noi pazienti i saldi la vita non li ha permessi,  ci siamo guadagnate una straordinaria normalità, ciò che per altre donne è semplicemente naturale.  Le Gemme sono dormienti ma potenti, hanno braccia che accolgono e sorrisi che illuminano anche le vie più nere che si incrociano. Ci sostengono quando al nostro nome viene affiancata una cartella di ospedale e ci ritroviamo con aghi nelle vene per poi rifiutare a noi stesse l’immagine che riflette lo specchio, noi ai loro occhi siamo boccioli di vita in attesa di sbocciare dopo il freddo inverno”.
Emanuela di Viterbo

“Tutto torna, anche la speranza. Conserviamo, preserviamo, crediamo, preghiamo.
Per ciò che siamo e la preziosità di cui siamo fatte. Io questo sogno lo cresco nel mio cuore, ogni giorno”.
Raffaella di Roma

“Da quando abbiamo conosciuto lo staff di Gemme Dormienti abbiamo avuto la sensazione di non essere soli e di essere seguiti al meglio. I risultati ottenuti dagli accertamenti iniziali non erano per niente confortanti, più di una volta abbiamo avuto la sensazione che forse non avremmo realizzato il nostro sogno… Tuttavia, le continue rassicurazioni ricevute e il percorso di cura ci hanno permesso di non perdere mai la speranza. E così io e mio marito ce l’abbiamo fatta. La fine, questa volta, rappresenta l’inizio di una nuova vita”.
I genitori di Margherita di Roma